Ponte Vecchio

Il Ponte Vecchio è uno dei simboli della città di Firenze ed uno dei luoghi più famosi al mondo per lo shopping. Sul Ponte Vecchio si trovano le più importanti botteghe orafe e argentiere di Firenze, e proprio all’inizio del Ponte, lato Palazzo Pitti, si trova lo show room ed il laboratorio di Fratelli Peruzzi.
Fin dal 1860 la sede dell’azienda è sempre stata il Ponte Vecchio.

Difficile dare una data esatta alla nascita del Ponte Vecchio, l’aspetto attuale lo si deve, secondo alcuni storici a Taddeo Gaddi o Neri di Fioravante ma la caratteristica che lo rende unico è sicuramente dovuto all’opera del Vasari.

Nel 1565 il Vasari, su incarico di Cosimo dei Medici, costrui il Corridoio Vasariano che unisce Palazzo Pitti (la residenza) a Palazzo Vecchio (gli uffici dei Medici).

Fino al 1593 il Ponte Vecchio era il luogo dove si trovavano le botteghe di macelleria (in dialetto fiorentino “i beccai”) che potevano disperdere gli scarti della carne direttamente in Arno.

Nel 1593 Ferdinando I. per evitare gli odori provenienti dalla carne, decise che il Ponte Vecchio doveva essere occupato esclusivamente da botteghe orafe.